"E Mosè gli disse: "Se la tua presenza non vien meco, non ci far partire di qui. 16 Poiché, come si farà ora a conoscere che io e il tuo popolo abbiam trovato grazia agli occhi tuoi? Non sarà egli dal fatto che tu vieni con noi? Questo distinguerà me e il tuo popolo da tutti i popoli che sono sulla faccia della terra". (Esodo 33,15)

CHI SIAMO

La chiesa di Cavalese è un insieme di persone che, legati dall’amore di Cristo, intende portare avanti una missione: DONARE AMORE…… L’AMORE DI DIO……FAR CONOSCERE LA VERITA’ A CHI ANCORA VIVE NEL BUIO ED E’ ALLA RICERCA DI QUELLO CHE NEL MONDO SI CHIAMA “QUALCOSA”…Ponendo collegamento alle parole del filosofo Arthur Schopenauer, la vita umana è come un pendolo che oscilla incessantemente fra il dolore e la noia, passando attraverso l’intervallo fugace e illusorio del piacere e della gioia. Quindi il dolore costituisce la legge profonda della vita e ciò che distingue i casi e le situazioni è solo il “diverso” modo e le diverse forme in cui si presenta.Per questo motivo, capita che l’uomo “comune” si ritrova spesso alla ricerca di ogni forma di felicità…Così, si cerca sempre più di appagare i propri desideri con la ricchezza, il successo, la gloria,i piaceri momentanei…ecc….ma se ci si sofferma un attimo a pensare
si può comprendere che questo modo di vivere risulti essere “EFFIMERO” poiché, dietro alla ricchezza, dietro all’appagamento dei propri desideri, alla fine, affiora sempre quel sentimento di incompletezza, di insoddisfazione e di vuoto.A questo punto una domanda sorge spontanea: ” la felicità esiste? Per giungere ad una felicità costante nel tempo bisogna arrivare alla conoscenza della ” vera ed unica VERITA’ Questa verità risiede nella Parola di Dio, poiché solo la Sua Parola può renderci BEATI.Ciò che distingue coloro che hanno “scelto” di seguire la grandiosa “Missione” la gioia, ma soprattutto l’amore che risplende nei loro volti.Senza bisogno di catalogarsi in un sistema di identificazione religiosa, e pur rimanendo liberi da ogni forma di denominazione, l’intento è solo quello di “vivere diversamente” una vita “controcorrente”, una vita all’insegna dell’amore e delle benedizioni che solo Dio può donare.

I PASTORI

«Avrete forza dalla Spirito Santo che scenderà su di voi e mi sarete testimoni a Gerusalemme, in tutta la Giudea e la Samaria, fino agli estremi confini della terra»(Atti degli Apostoli 1,8)

BLOG

«Prendete un albero buono, anche il suo frutto sarà buono. Prendete un albero cattivo, anche il suo frutto sarà cattivo: dal frutto infatti si conosce l’albero. (Matteo 12:33)